Stampa questo articolo  Invia questo articolo

Come ristrutturare la casa in modo ecologico e antisismico?

Ristrutturare casa è un costo? Probabile che sia vero, ma grazie ai materiali oggi disponibili costa di più, in termini di consumo energetico, non ristrutturare. Questo perché oggi è possibile la ristrutturazione casa eco-sostenibile, che unisce il comfort dell’abitare al risparmio energetico.

Ristrutturare casa in modo ecologico

Quando si sente parlare di ristrutturare casa in modo ecologico, altro non si intende se non realizzare una casa passiva, cioè in grado di riscaldarsi in maniera autonoma sfruttando l’energia solare. Il sistema delle case passive nasce in Nord-Europa, dove gli inverni sono rigidi e proprio per questo vi è la necessità di riscaldare senza spendere un occhio della testa e senza inquinare eccessivamente. I segreti per avere una casa passiva sono numerosi: in primo luogo l’esposizione che deve essere a sud o sud-est, in modo che possa ricevere la luce solare per molte ore al giorno anche in inverno. Ovviamente in fase di ristrutturazione non si può spostare casa, ma si possono prevedere interventi sul lato sud al fine di migliorare le prestazioni. In secondo luogo, utilizzare ampie superfici vetrate con doppi o tripli vetri ad effetto termico. Queste due misure sono utili al risparmio energetico e possono essere implementate con soluzioni specifiche, ad esempio attraverso la realizzazione di serre bio-climatiche, pannelli fotovoltaici e l’uso di materiali ecologici.

L’insieme di questi elementi, oltre a dare una casa confortevole, essendo priva di umidità e con il giusto grado di calore, mostra anche particolare attenzione per l’ambiente; infatti utilizzare in modo minimo fonti di riscaldamento come il metano, aiuta a conservare le risorse naturali del pianeta che, come saputo, non sono illimitate.

L’EPS: materiale ideale per una ristrutturazione eco-sostenibile

Per ristrutturare casa con materiali ecologici è consigliabile utilizzare l’EPS, materiale la cui peculiarità è isolare termicamente casa. L’EPS, o polistirene espanso, è un pannello rigido formato da carbonio, idrogeno e aria. I pannelli di EPS sono a celle chiuse e questo impedisce all’aria di passare. Tra i vantaggi, oltre all’isolamento termico, vi è l’atossicità e la possibilità, una volta dismesso, di riciclare nuovamente il materiale.

Casseri in EPS per case antisismiche

Con i sistemi costruttivi dell’azienda Poliespanso, ad esempio, è possibile realizzare tutti gli elementi strutturali dell’abitazione. Il nome commerciale  del sistema è PLASTBAU, e per ogni tipologia di lavoro vi è il prodotto  adatto. Ad esempio per i muri portanti  esterni  è possibile utilizzare un doppio pannello in EPS isolante, che tenuto insieme da tralicci metallici va a costituire una vera e propria armatura. La particolare versatilità e semplicità dell’applicazione permettono di realizzare i muri perimetrali portanti e i  solai con i casseri in EPS Plastbau, che sono allo stesso tempo antisismici e isolanti , ottenendo quindi  una casa sicura e a risparmio energetico.

Risparmio economico, possibilità di isolare acusticamente oltre che termicamente la casa e comfort abitativo sono solo alcuni dei vantaggi che si possono ottenere utilizzando l’EPS; ricordando anche che ristrutturare casa in modo sostenibile permette di ottenere buoni incentivi statali che consentono di avere benefici fiscali a copertura fino al 65% dei costi sostenuti.

Stampa questo articolo  Invia questo articolo

  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • RSS
visite: 502

Articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un Commento

Ti ricordiamo che puoi commentare anche tramite il tuo account Facebook.