Stampa questo articolo  Invia questo articolo

La Casa Passiva: una scelta per l’ambiente

Cos’è e come funziona

Decidere di costruire una casa passiva è da considerarsi una scelta green, funzionale e al passo con i tempi.

Quali sono le caratteristiche di una casa passiva?

Originaria del Nord-Europa, la casa passiva si sta diffondendo sempre più anche in Italia, tanto che oggi rappresenta una valida alternativa alle classiche unità abitative e senz’altro una soluzione innovativa nel segno dell’eco-sostenibilità e del risparmio.

Per capire cos’è la “casa passiva” bisogna partire proprio dalla sua definizione: questo tipo di abitazione viene detta “passiva” perché non utilizza sistemi di riscaldamento tradizionali ma sfrutta l’irraggiamento solare come fonte primaria di energia, consentendo di ottimizzare i consumi e contenere i costi in bolletta.
In inverno, ai consueti pannelli fotovoltaici, è possibile abbinare anche serre bioclimatiche; si tratta di ambienti aggiuntivi e termoregolati, in grado di fornire maggiore comfort e vivibilità.

La trasmittanza termica e un perfetto isolamento, caratteristiche essenziali per evitare inutili dispersioni di calore, sono determinanti per rendere più efficiente e funzionale la casa passiva, per la quale gli acquirenti richiedono sempre più prodotti di ultima generazione che siano riciclabili ed ecologici al 100%.
Sia in termini economici che di prestazioni, un contributo è offerto anche dall’inserimento di infissi di classe A e di ampie vetrate: i primi perché trattengono il calore all’interno dell’abitazione, mentre una buona percentuale di strutture in vetro aumenta la capacità di captare e convogliare i caldi raggi del sole.

La casa passiva può essere fornita di un sistema di ventilazione controllata che, mediante scambiatori a flusso incrociato, assicurano un ricambio d’aria naturale in ogni stagione dell’anno.
Per aumentare il calore nella “passive-house” possono essere utilizzate caldaie a biomassa, utilissime anche per la produzione di acqua calda sanitaria.

Serramenti dotati di doppi o tripli vetri, la giusta posizione degli elettrodomestici, la forma compatta e l’orientamento verso sud aumentano le prestazioni della casa passiva.

Materiali edili indicati per la costruzione di case passive

Dopo aver considerato i numerosi benefici legati alle caratteristiche di una casa passiva, è necessario valutare i prodotti e i materiali migliori affidandosi ad un’azienda seria e competente, che sia leader nel settore delle costruzioni e che operi nel pieno rispetto dell’ambiente.

L’azienda Poliespanso Srl, offre prodotti affidabili e tecnologicamente avanzati che oggi rappresentano la nuova frontiera dell’edilizia grazie ai materiali impiegati tra i più performanti presenti sul mercato.
Con essi è possibile realizzare costruzioni in grado di garantire ottima coibentazione e risparmio energetico, a condizioni molto vantaggiose.
Poliespanso offre sistemi all’avanguardia e prodotti come pannelli autoportanti e divisori interni in EPS (Polistirene Espanso Sinterizzato) in grado di fare la differenza, sia in termini di efficienza che di prezzo.
Sono sempre più numerosi, ad esempio, coloro che acquistano “lastre in EPS tagliate in blocco”, disponibili in diverse dimensioni per soddisfare tutte le esigenze.
Un prodotto ignifugo ed antigelo, perfetto per diverse destinazioni d’uso come controsoffitti, sottotetti, celle frigorifere o riscaldamento sotto pavimento.
Conformi alla normativa EN 13163 e termoisolanti consentono di ottenere grande stabilità, resistenza ed una riduzione dei consumi pari al 70%: una scelta conveniente che garantisce massima sicurezza e lunga durata.

Stampa questo articolo  Invia questo articolo

  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • RSS
visite: 2.241

Articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un Commento

Ti ricordiamo che puoi commentare anche tramite il tuo account Facebook.