Stampa questo articolo  Invia questo articolo

5 ASPETTI DIVERSI: incontro con il Progettista

Il Progetto 5 ASPETTI DIVERSI è stato elaborato da Nicola Radice, Anna Bialy e Luca Romanò e si è classificato al terzo posto al Concorso “Un guscio per vivere in sicurezza e armonia“.

Intervista al Progettista Nicola Radice

-          Da quale idea è nato il progetto “5 Aspetti Diversi”?
Il nostro obiettivo è quello di verificare la fattibilità di utilizzo del Sistema  Costruttivo PLASTBAU® in un contesto di design e sostenibilità contemporanei a seguito della consapevolezza che il Sistema in oggetto presenta già un pacchetto di componentistica ampio e performante.

- Perché l’abitazione è a pianta Pentagonale?

L’idea della forma pentagonale pura è stata una scelta radicale durante la verifica e lo studio preliminare delle soluzioni aggregative delle cellule singole. Il pentagono puro della singola unità ci permette di creare sistemi dove la percezione della cellula e della sua ripetizione sia veramente bassa.

- Quali sono state le finalità del progetto?

Creare un’esperienza diversa per l’utilizzatore finale, una dimensione in cui si possa sentire integrato e supportato, attraverso la creazione di spazi semi privati che attivino un contesto di sostenibilità sociale oltre che tecnico architettonica. L’esercizio e la possibilità di lavorare e aggregare forme pentagonali pure permette la creazione di creare spazi raccolti fra le unità, piccole aree semi private, di interazione sociale e condivisione con l’immediato vicinato. La parziale e moderata distribuzione a ballatoio, oltre ad essere efficiente in termini di numero di appartamenti serviti per corpo scale/ascensore, crea ancora una volta luogo di incontro ed esposizione sociale, gli ampi spazi coperti previsti per la distribuzione condominiale ad ogni livello sono pensati come aree per poter lasciare i passeggini e le biciclette delle famiglie.
Un’altra chiave di lettura importante che abbiamo dato al nostro progetto è la possibilità di declinarsi e prendere forma in diversi contesti mutando la palette di finiture, considerando soprattutto quelle situazioni in cui si dimostrerebbe una risposta rapida ed efficace a situazioni di emergenza e contesti climatici differenti, grazie alla versatilità, alla performance termoacustica ed alla rapidità di costruzione.

- Secondo quali modalità è stata sviluppata la cellula abitativa? Perché il blocco sevizi è posizionato al centro?

Nonostante la decisione iniziale forte di discostarsi da forme ortogonali, quando siamo giunti ad affrontare il tema del layout interno, abbiamo sentito il bisogno di pensare all’utilizzatore finale ed alle sue necessità pratiche, in termini di poter arredare la cellula a suo piacimento con arredo standard senza dover ricorrere ad un set di arredi su misura. Come percepibile dalla pianta della cellula, la distribuzione interna è semplice e mirata sugli utenti finali specificati nel bando, laddove sono presenti angoli differenti dai 90 gradi si riescono a creare aperture spaziali e visuali verso le fonti di luce.

Il “core” centrale è elemento tecnico e distributivo chiave del progetto, conseguenza naturale e geometrica del concept della forma pentagonale, in termini strutturali permette, assieme ai muri perimetrali portanti, di avere totale libertà nella definizione del layout interno degli ambienti, in termini impiantistici, la sua posizione centrale risulta strategica al fine di poter ruotare le unità a piacimento durante l’aggregazione delle stesse.
Nicola Radice

Stampa questo articolo  Invia questo articolo

  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • RSS
visite: 6.354

Articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un Commento

Ti ricordiamo che puoi commentare anche tramite il tuo account Facebook.